Cosa possiamo fare per la tua impresa

e cosa possiamo fare per te ...

Organizza la tua impresa

Il business plan, il controllo,
la gestione

Il marketing strategico

come aumentare il fatturato

o uscire dalla crisi

La finanza d'impresa

le migliori soluzioni

per finanziare la tua impresa

Non tralasciare le cose importanti, spesso le aziende hanno solo bisogno di maggiore organizzazione, o di un business plan piu' efficiente. Il nostro team puo' dirti in che stato di salute e' la tua azienda e quali provvedimenti adottore per migliorarla. Il nostro primo report non ha costi, contattaci.

Iscriviti alla nostra newsletter

Tenersi aggiornati fa la differenza.

Iscriviti alla nostra newsletter ti terremo aggiornato su tutte le opportunita' da cogliere per la tua azienda. I tuoi dati saranno esclusivamente utilizzati da TN sas nel rispetto delle regole della privacy. Potrai cancellarti in ogni momento in modo autonomo.

Vuoi uno nostro parere professionale?

Inviaci una e-mail

Il nostro staff ha una forte esperienza pluriennale in tema di direzione aziendale ti sapra' dare una risposta concreta in tempi rapidi. Semplifica il tuo business, semplifica la tua vita.

Posts Recenti

22 febbraio 2016

Cambio generazionale in agricoltura. Arrivano i finanziamenti.

Finanziamento a tasso agevolato fino al 75% in favore dell'autoimprenditorialita' in agricoltura e del ricambio generazionale. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 febbraio 2016 il decreto 18.1.2016 del Ministero dell'Economia e delle Finanze "Misure in favore dell'autoimprenditorialita' in agricoltura e del ricambio generazionale". I progetti finanziabili non possono prevedere investimenti superiori a 1.500.000 euro

02 febbraio 2016

self employement

Sta per arrivare una nuova misura per agevolare la micro impresa. L'incentivo sara' rivolto a chi vuole avviare un'attivita' imprenditoriale di piccole dimensioni. Manca ancora il regolamento ma gia' si hanno alcune indiscrezioni: Il finaziamento coprira' investimenti fino a 50 mila euro, con la sottoscrizione di un mutuo senza la necessita' di prestare garanzie; da restituire in 8 anni a tasso zero

1 ottobre 2015

Autoimprenditorialità 2015.

L’Autoimprenditorialità (Decreto legislativo 185/2000, Titolo I) è l’incentivo per i giovani e le donne che vogliono avviare un'attività imprenditoriale. Le agevolazioni, recentemente rinnovate, mirano a sostenere in tutta Italia la nascita e lo sviluppo di imprese competitive a prevalente partecipazione giovanile o femminile.

02 febbraio 2015

Vino Investimenti 2014/2015. Contributo a fondo perduto.

L' aiuto finanziario e' concesso alla piccola e media impresa la cui attivita' sia: la produzione di mosto di uve ottenuto dalla trasformazione di uve fresche da esse stesse ottenute, acquistate, o conferite dai soci, anche ai fini della sua commercializzazione. L'aiuto e' riconosciuto per gli investimenti materiali o immateriali in impianti di trattamento, in infrastrutture vinicole e nella commercializzazione del vino, diretti a migliorare il rendimento globale dell'impresa.

26 Gennaio 2015

Fondo Jeremie. Finanziamento a tasso agevolato per sostenere gli investimenti e la crescita della micro impresa.

I sogetti beneficiari sono la piccola e media impresa anche in forma di ditte individuali (comprese le start up), con sede legale e/o unità produttiva nel territorio della Regione Sicilia che realizzano investimenti materiali ed immateriali (sono finanziabili anche le materie prime, le scorte ed il capitale circolante)

24 Gennaio 2015

Al via i finanziamenti per l'impresa femminile.

Il plafond che il Banco Popolare Siciliano, in forza del Protocollo sottoscritto dal Banco Popolare con Abi e denominato Protocollo di Intesa per la crescita dell'impresa a prevalente partecipazione femminile e delle lavoratrici autonome, mettera' a disposizione delle imprese femminili e delle lavoratrici autonome sara' destinato all' erogazione di finanziamenti chirografari, a condizioni di particolare interesse, articolati in tre gruppi di finalita':sostegno investimenti ed avvio di nuove imprese: destinato a finanziare le esigenze riconducibili ad investimenti materiali ed immateriali, per esempio, acquisto macchinari e attrezzature, innovazione tecnologica, per il miglioramento dell' efficienza energetica; copre fino al 100% delle spese sostenute, Iva esclusa; puo' essere richiesto per sostenere gli impegni finanziari dovuti alla creazione di nuove imprese, lo sviluppo di progetti di crescita ed aggregazione e i programmi di internazionalizzazione dell'impresa; -sostegno circolante: destinato a sostenere l' incremento di capitale circolante dell' impresa, o per la costituzione/reintegro delle scorte e del magazzino;-riequilibrio finanziario : destinato a migliorare la situazione finanziaria dell'azienda, consolidando le esigenze di liquidita' dell'impresa.

25 Novembre

Smart e Start cambiano volto

Un altro cambiamento nei finanziamenti gestiti da Invitalia. Per i neo imprenditori che vogliono investire nelle start-up innovative da ora possono accedere ad un finanziamento a tasso zero di lunga durata. Finisce l'era del fondo perduto, equiparando la Sicilia e le altre regioni del Sud a quelle del Nord.

15 Ottobre

Utimi giorni per il bando sul welfare

Ancora pochi giorni per il bando sul welfare istituito dalla regione Siciliana, il finanziamento copre fino a 50 mila euro a fondo peduto con scadenza il 03 novembre.

15 Ottobre

Smart e Start

Cambia il volto al bando Smart e Start e si estende a tutta Italia. Il finanziamento adesso prevede la copertura totale degli investimenti sotto forma di mutuo agevolato per 10 anni.

2 Ottobre

Medio Credito Centrale, corre in aiuto alle banche e alle imprese

La controgaranzia del medio credito centrale sta divendando requisito fondamentale per l'accesso al credito. Le banche vogliono maggiori garanzie escutibili. Ma ricominciare a dare fiducia al tessuto imprenditoriale che ha buoni progetti non sarebbe più salutare per il sistema economico?

Approfondimenti

La grande distribuzione sta perdendo la guerra?

Il cliente di domani

La grande distribuzione organizzata food e no food, investe quotidianamente su offerte commerciali che agiscono quasi esclusivamente sulla leva prezzo. Lo strumento da sempre utilizzato Š il flyer in tutte le sue declinazioni 4, 8, 12, 24 pagine. Ma e' la strada corretta per fidelizzare il cliente futuro? E soprattutto la GDO si sta chiedendo chi sar… il cliente del prossimo futuro? Quali i suoi bisogni da soddisfare? In questo momento la GDO pare che non dedichi tempo, a nostro avviso sbagliando, nel creare strategie di medio termine; Š alla ricerca del fatturato immediato spostando il problema della fidelizzazione a domani. Ma il domani Š sempre pi— vicino, a discapito dell'oggi. L'ecommerce con tutta la sua filiera ha gi… capito e si sta muovendo in anticipo; oltre a garantire la convenienza, garantisce una esperienza diversa di consumo. Un esperienza innovativa o meglio una esperienza che ad oggi il cliente retail non era abituato a ricevere. L'ecommerce Š gi… strutturata e continua a strutturarsi non solo per offrire il miglior prezzo, ma per offrirti una esperienza completa di acquisto. Ti offrono assistenza, informazioni puntuali sui prodotti che potrebbero interessarti, conoscono le tue abitudini di consumo, sanno cosa compri ed intervengono con precisione chirurgica a segnalarti i prodotti attinenti. Non Š una questione di prezzo ma di trovare per te il prodotto adatto. Non siamo ancora ad un ecommerce predittivo ma poco ci manca. L'arrivo inoltre di soluzioni come la realt… aumentata quali gli Hololens di Microsoft , i google glass, ed da poco sono arrivati sul mercato anche gli oculus rift di facebook, rivoluzioneranno ancora di pi— il mercato portando il consumatore ad una esperienza superiore rispetto a quella che avviene oggi in negozio. Fra qualche tempo non troppo lontano gli ologrammi ci permetteranno di visionare se il parquet che vorremmo acquistare si abbina con l'arredo che il nostro architetto ha progettato, se la tv ha le misure adatte per il nostro mobile etc... ovviamente tutto questo avverr… seduto dal divano di casa o in riva al mare o su un aereo etc... In tutto questo la GDO Š rimasta barricata nei suoi negozi sotterrando il vantaggio che ha di "toccare con mano" il cliente. Le classiche fidelity card che potevano essere uno strumento di analisi dei consumi del cliente per predire i suoi acquisti vengono banalizzati dalla semplice raccolta punti per ricevere un premio di qualche euro. Pensate che le fidelity card incidono sulla spesa complessiva all'incirca dell'1%, per fare un esempio voi spendete da loro mille euro e vi riconoscono un premio da 10. Ridicolo no! La Gdo deve cambiare il suo modo di operare immediatamente. Non Š colpa del mercato che sta evolvendo verso canali ecommerce ma colpa della GDO che non riesce ad avere la forza di alzarsi dal suo trono. Non servono grossi investimenti ma servono investimenti diversi. Il cliente di domani Š il 15 enne di oggi che fra qualche anno utilizzer… i volantini non come strumento di scelta di acquisto ma per accendere un barbeque acquistato su amazon. Cambiare Š ancora possibile, bisogna crederci e bisogna farlo.